Vita da mamma

Foto dei vostri figli sui social. Pro o contro?

Buongiorno mamme e papà. Questo di oggi vuole essere un post un pò diverso dal solito perchè vorrei conoscere tanto il vostro parere, le vostre motivazioni. Io vi fornirò il mio punto di vista, ma sono davvero tanto interessata a conoscere il perchè voi abbiate deciso di mostrare o meno i volti dei vostri piccoli sui vari social.

Mio figlio si chiama Pierfrancesco, ha otto mesi e credo che tutti ormai conoscano il suo visino. Perchè ho scelto di non nasconderlo con faccine o adesivi vari? Semplice, perchè non ne vedo il reale motivo. Insomma, non trovo una motivazione talmente valida che mi impedisca di far vedere a tutti le sue buffe espressioni, il suo meraviglioso sorriso, i suoi occhioni sempre allegri. Credo anzi che tutti noi abbiamo bisogno di questo tipo di immagini, di dolcezza, di qualcosa che ci susciti una risata o che ci faccia sorridere il cuore. Ed in questo chi può far meglio del visino di un bambino?

Certo, di base, almeno da parte mia e del mio compagno, c’era già la predisposizione a mostrarsi con foto e video, ma non abbiamo dato per scontato il fatto di farlo anche con nostro figlio. Ne abbiamo parlato, ed insieme abbiamo deciso che sarebbe stato inutile non farlo. Avremmo comunque mandato le sue foto ad amici e parenti, lo avremmo fatto uscire, chiunque lo avrebbe visto, perchè nasconderlo? Abbiamo in pratica deciso di mostrare ciò che verrebbe visto lo stesso pubblicamente, nulla di troppo privato o personale, ma solo ciò che può tornare utile a qualche altro genitore o qualche scena della nostra vita con lui che può portare gioia a chi la vede.

A tal proposito trovo anche inutili e vane le accuse mosse a personaggi famosi che decidono di vivere pubblicamente anche la loro routine familiare. Potrei fare mille esempi, ma porterò il più significativo, Chiara Ferragni e Fedez. Adesso stanno vivendo la loro seconda gravidanza, ma sin da quella di Leo hanno reso tutto il mondo partecipe della loro felicità, delle loro preoccupazioni. Sono stati additati come pessimi genitori per aver deciso di non nascondere il figlio. Sono stati accusati di usare Leo per fare marketing, per guadagnare ancora di più. Ma siete seri quando pensate che due personaggi come loro, che hanno costruito due imperi con le loro sole forze, avessero bisogno di usare il figlio per avere più visibilità o più soldi?

Al contrario io sono fermamente convinta che, in maniera molto intelligente, lo abbiano protetto da tutti coloro che avrebbero fatto carte false per avere una sua foto, uno scatto rubato. Sono fermamente convinta che gli avrebbero impedito di vivere serenamente anche una banale passeggiata al parco. E poi non dimentichiamoci che loro usano tanto i social anche per aiutare, per portare spensieratezza e bellezza e vedere il piccolo Leo che mostra felice l’ecografia della sorellina in braccio a mamma e papà, mi sembra un’immagine così tenera e dolce. In cosa hanno violato la privacy dei figli? Cosa c’è di strano nell’essere entusiasti di condividere gioia?

In piccolo, è questo il principio che ha portato me e Alberto a decidere di rendere partecipi tutti della nostra vita da neo genitori, di far vedere quei piccoli frammenti della nostra quotidianità che nella loro semplicità fanno ricordare alle mamme di adolescenti i momenti di quando anche loro cambiavano pannolini e preparavano pappe, danno uno spunto per qualche merenda a una mamma, fanno sorridere qualche amica che vive lontano, fanno sognare una donna incinta che si immagina mentre rincorre il suo bambino. E’ questo lo spirito con cui condividiamo con voi la nostra vita e il tesoro più grande che ci è stato donato.

Adesso però sono curiosa di conoscere il vostro punto di vista e le vostre motivazioni. Sono aperta a nuovi spunti di riflessione e continuerò a parlarne se sarà necessario, sono tanti gli aspetti su cui si può ancora discutere, Vi aspetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares